21938
post-template-default,single,single-post,postid-21938,single-format-standard,stockholm-core-1.0.0,select-theme-ver-5.0,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Smart working: ottimizzare il tempo quando si lavora da casa

Il lavoro da remoto è da sempre una delle soluzioni che riteniamo più valide e che applichiamo ai nostri servizi. Lo smart working è uno strumento molto utile, se ben organizzato. A causa della pandemia che sta colpendo il nostro paese sono molte le aziende che si sono attrezzate per gestire il lavoro da remoto 

Per chi non è abituato può essere faticoso, ne siamo consapevoli. Spesso le aziende non sono in grado di fornire ai propri dipendenti gli strumenti necessari a gestire lo smart working in maniera corretta. Anche i dipendenti potrebbero riscontrare delle difficoltà organizzative in un nuovo contesto, non riuscire ad essere produttivi come quando sono in ufficio o fare fatica a restare concentrati. 

Cerchiamo di vedere insieme come ottimizzare il tempo quando si lavora da casa. Basta sapersi organizzare e quella che inizialmente può sembrare una difficoltà, può trasformarsi in una opportunità. Ognuno ha i suoi ritmi, è importante trovare il giusto equilibrio tra lavoro e vita privata. Organizzare in maniera efficace il tempo quando si lavora da casa vi renderà più produttivi, forse anche più di quando siete in ufficio, perché diventerete padroni del vostro tempo. 

Vediamo quindi come ottimizzare il lavora da casa. 

Prima di tutto, è importante stilare un elenco delle attività da svolgere, organizzandole per ordine di priorità. Depennare dalla lista le attività svolte quando vengono completate vi farà sentire più produttivi. 

Dopo aver scritto la lista delle attività da svolgere, individuate anche dei momenti di pausa. Definite l’orario di inizio della pausa, la durata e la fine, se è necessario aiutatevi utilizzando i promemoria del cellulare. 

Le nostre giornate vengono quotidianamente scandite da tanti piccoli riti, è importante ricrearne di nuovi anche quando si lavora da casa. Fare colazione come tutte le mattine, lavarsi e vestirsi come se dovessimo uscire, anche se poi restiamo in casa, ci aiuterà ad avere una maggiore concentrazione. 

Eliminate il più possibile le distrazioni, evitate di fare cose che normalmente fareste in casa, come ad esempio riordinare la cucina, pagare una bolletta, pensare alla spesa, rispondere ad un messaggio whatsapp. Comportatevi come se foste in ufficio. Se necessario, disattivate le notifiche, spegnete il cellulare per qualche ora (avvisando prima clienti e collaboratori). 

Quando si vive da soli è più semplice, si hanno meno distrazioni e sicuramente sono più facili da gestire. Condividete i vostri orari di lavoro e le vostre necessità con le persone con cui vivete. Fissate dei limiti. 

Questi sono solo piccoli accorgimenti per ottimizzare il tempo quando si lavora da casa, che richiedono un grande impegno e costanza, ma una volta preso il ritmo giusto, vi risulterà molto più semplice da gestire. 

Ultimo consiglio, non meno importante: non isolatevi! Confrontatevi con colleghi, clienti, amici. È importante che continuiate ad avere stimoli.